Stai leggendo
Tutti i segreti di bellezza per un seno tonico

Tutti i segreti di bellezza per un seno tonico

cure di bellezza del seno

Determinante nelle proporzioni, amato, odiato, ridotto, gonfiato. Celebrato, rinnegato, esibito. Comunque sempre in primo piano, sempre protagonista. Un po’ per la posizione, un po’ perchè parte integrante della sfera psicoemotiva.  Il  seno.  Che cosa non si farebbe per averlo sempre bello, tonico, svettante. Le soluzioni? Attenzioni extra. Abilità strategiche. Programmi costanti, prodotti mirati, sane abitudini e trattamenti specifici.

SOFFIO TONIFICANTE. Per esibire un seno mozzafiato, è importante allenare il respiro di buon’ora, appena  scendi dal letto: è rilassante, fa bene ai polmoni e tonifica i muscoli del busto. Allarga e chiudi le braccia, alzale e abbassale ritmicamente, associando il respiro al movimento (10 minuti).  • Prosegui con un esercizio di respirazione ispirato allo yoga. In piedi, schiena diritta ma non rigida, gambe leggermente divaricate, braccia morbide, palme delle mani rivolte verso l’alto. Porta la punta delle lingua a toccare il palato, appena dietro i denti. Inspira dal naso, spingendo l’addome in fuori. Quindi, espira sempre dal naso, svuotando l’addome. Esegui l’inspirazione e l’espirazione lentamente e ritmicamente per 2 minuti circa. • Concludo con un bagno d’aria: basta evitare di imprigionare subito il seno negli indumenti, lasciandolo nudo per un quarto d’ora.cure di bellezza del seno

AMICO FREDDO. Fredda o ghiacciata, concentrata in cubetti di ghiaccio, arricchita di iodio o di oligoelementi. In tutti i modi l’acqua fredda è un’alleata preziosa per il tuo  seno: per tenerlo in forma, rassodarlo e nutrirne i tessuti. Diverse le strategie operative. • Puoi iniziare al mattino, terminando la doccia abituale con qualche minuto di acqua fredda (24-26 gradi) sul seno. Lo stesso risultato puoi ottenerlo con spugnature di acqua fredda nella quale hai sciolto alcune gocce di oli essenziali stimolanti, come menta, lavanda o arancio amaro. Per un seno particolarmente turgido: sciogli 1 grammo di cristalli di mentolo in 50 grammi di plancton puro (tutto in erboristeria)  e aggiungi mezzo litro d’acqua. In alternativa: ghiaccio tritato, avvolto in un canovaccio di cotone o lino e applicato sul seno.

ACQUA DINAMICA. Acqua fredda e cubetti di ghiaccio funzionano, ma può essere difficile sopportarli. Una dolce ma efficace alternativa che regala anche una splendida sensazione di benessere sono gli “idromassaggi manuali”. Impugna la doccia a spruzzo e indirizza il getto freddo (tra i 24 e i 26 gradi) intorno al seni, in modo da descrivere più volte una specie di “otto”, incrociando lo spruzzo al centro. E per finire, applica un getto potente sotto la pianta dei piedi e fallo risalire lentamente dalle gambe verso il cuore: è una semplice manovra di “pompage” che riattiva la circolazione sanguigna, con risvolti benefici anche su seno e décolleté.cure di bellezza del seno

MASSIMI BENEFICI DA  FIALE, GEL & C.

  • A CASA. Dopo la doccia o il bagno del mattino: è questo il momento giusto per applicare i trattamenti cosmetici, in quanto la pelle è particolarmente ricettiva. Attenzione alla scelta del prodotto: per restituire energia alla pelle sì ai trattamenti freschi, liscianti e ad azione rassodante. • Dopo un forte dimagrimento o ai cambi di stagione punta su sieri e gel ad effetto tensore • Per il mantenimento e la cura quotidiana, creme e gel elasticizzanti e tonificanti .
  • IN ISTITUTO. La mossa vincente? Coccolare periodicamente il tuo seno con un trattamento speciale … e specifico. Puoi scegliere tra diversi programmi: per esempio, tonificante espansivo e rigenerante. Entrambi iniziano con una fase di pulizia e continuano con maschere, massaggi manuali, pneumatici e applicazione di sieri, creme e fluidi. Ciclo consigliato: 10/12 sedute,  2 la settimana.

CI VUOLE UN MASSAGGIO. Per stendere creme, gel, sieri, l’operazione giusta è fare un massaggio delicato, che aiuta a far penetrare il prodotto e a sostenere i tessuti. 1. Parti dal centro dei seni con la mano piatta e risali, con movimento lineare, verso la spalla, prima da una parte, poi dall’altra. 2. Ritorna alla posizione di partenza ed esegui una serie di movimenti a zig zag con il palmo delle due mani; mentre una sale dalla base del seno, l’altra, contemporaneamente, scende dalla clavicola fino a incontrare la prima all’altezza del capezzolo. 3. Picchietta delicatamente la pelle con i polpastrelli. 4. Quindi, con la mano destra piatta, stendi il prodotto, partendo dal lato esterno del seno sinistro. Risali fino ad arrivare alla destra della base del collo. Ripeti con l’altra mano, iniziando dall’esterno del seno destro e risalendo fino alla sinistra del collo.

DIGITOPRESSIONE EFFETTO PUSH UP. Quando gli esperti applicano i principi dell’agopuntura ai problemi estetici di seno e décolleté, in genere intervengono sul meridiano dello stomaco. Un sistema per “imitarli”? Praticare qualche semplice autotrattamento di digitopressione, il massaggio esercitato fin dall’antichità dai cosiddetti “medici scalzi”. Questo massaggio è caratterizzato da pressioni profonde dei polpastrelli, o di strumenti a punta smussata, con andamento rotatorio, su determinati  punti (gli stessi dell’agopuntura) che, liberando i canali energetici,  provocano risposte riflesse nel corpo. Ecco qualche “punto strategico” da “trattare” tutti i giorni. 1) Premi per qualche secondo il punto 14 E, situato sul bordo superiore della seconda costola (un po’ indietro rispetto alla verticale passante per il capezzolo). 2) Premei il punto 32 E, che si trova sulla coscia a 1,5 cm all’esterno e a metà strada di una linea immaginaria che congiunge il bordo esterno della rotula con la sinfisi pubica. 3) Premei il punto 45 E, posto sul lato esterno del secondo dito del piede, all’angolo ungueale, a 2 o 2,5 mm dalla radice dell’unghia.cure di bellezza del seno

COME UN GIOIELLO. Trattare il seno, prezioso simbolo di femminilità, con quanto di più bello, raro e, appunto, prezioso esista in natura: le gemme. Secondo la cristalloterapia, le vibrazioni delle pietre possono favorire anche bellezza del seno. Per tonificare, ottima l’ametista e  le gemme di colore arancione, come ambra e topazio. Distenditi in un posto comodo e tranquillo, con musica rilassante in sottofondo, e applica le pietre prescelte sui punti energetici che si trovano sul torace, all’incrocio dei due seni (per 15 minuti al giorno).

PEELING PER UNA PELLE DI PESCA. Pelle morbida e liscia: una volta alla settimana, via libera a trattamenti esfolianti che asportano le cellule morte, accelerano il ricambio cellulare e mantengono l’abbronzatura. Naturalmente, da eseguire prima della doccia e con prodotti molto delicati. • Puoi scegliere tra prodotti cosmetici ad hoc o altre soluzioni.  • Meccaniche, come il dry brushing, che si esegue con morbidissime spazzole dalle punte arrotondate, in setole di tasso o lattice di gomma per non irritare la delicatissima pelle di seno e décolleté.  • Efficace anche il  guanto di loofah, la versione “dolce” del classico crine. Procedi sempre dall’esterno verso l’interno e dal basso verso l’alto, evitando la zona dei capezzoli.  • Ingredienti naturali. Procurati in erboristeria della farina di pioppo, oppure di avena, di argilla o di crusca di mandorle, quindi miscelala (ne basta una manciata) con un po’ d’acqua sino ad ottenere una pasta omogenea. Stendila uniformemente sul seno massaggiando con movimenti rotatori, in senso orario e antiorario, evitando l’areola mammaria, che va invece tratta con olio di mandorle dolci, per un’azione lenitiva ed emolliente.  Infine, sciacquati sotto il getto della doccia e tampona con un asciugamano.

UN SENO IN MASCHERA. Una maschera rivitalizzante?  • Quella di argilla verde ventilata, ricca di minerali (in erboristeria). Prepararla è facile: basta stemperare 5 cucchiai di argilla in mezza tazza d’acqua e mescolare fino a ottenere un composto cremoso, nè denso, nè liquido, che va applicato sul seno, capezzoli esclusi. Va tenuto in posa per circa mezz’ora e poi rimosso con delle spugnette appena tiepide (una volta la settimana).  • Per un effetto lifting,  puoi utilizzare il succo fresco di mela che contiene pectina, tonificante. Va tenuto in frigorifero per almeno un’ora, quindi versalo su una striscia di cotone e applicala sul seno per una decina di minuti. Infine, sciacquacon getti alterni di acqua fredda e tiepida.cure di bellezza del seno

GLI ESERCIZI PER UN SENO SVETTANTE. Un seno turgido, bello, è, in parte, questione di esercizio. La ghiandola mammaria, infatti, poggia sui pettorali: più questi muscoli sono tonici, più il seno si presenta alto e sodo.  Unica condizione per un risultato apprezzabile: tantissima costanza. In palestra, con l’aiuto di pesi e macchine ad hoc, o in piscina, con ginnastica e acquagym. Ma anche a casa, con l’aiuto di un vogatore programmabile a diverse resistenze e con esercizi specifici per i pettorali.  Eccone alcuni facili facili,  da eseguire ogni giorno.

Senza attrezzi. 1. In piedi, unisci le mani “in preghiera” all’altezza del mento, tenendo i gomiti a livello delle spalle. Spingi per 15 secondi e per una decina di volte alternativamente con la destra e poi con la sinistra in senso orizzontale, mentre la mano opposta fa resistenza. 2. Partendo dalla stessa posizione dell’esercizio precedente, spingi le mani l’una contro l’altra ruotandole lentamente in avanti senza diminuire la pressione. Conta fino a 15 e ripeti per 10 volte. 3. Immagina di voler rompere una noce tra le palme delle mani. Alterna (10 volte per 15 secondi) pressione e trazione (per eseguire il movimento correttamente, aggancia la punta delle dita, tranne i pollici, e tira con forza verso l’esterno).  4. Braccia in avanti, palme verso il basso, fai 20 sforbiciate veloci. 5. In piedi, schiena al muro. Spingi in alto il collo come per sollevare un peso sulla testa, senza contrarre i muscoli delle spalle (10 volte). 6. A cavalcioni su una sedia, impugna lo schienale e tiralo verso di te per 5 secondi (15 volte).

Con attrezzi. 1. Pesi. In piedi, solleva due pesi da tre chili l’uno tenendo le braccia ben tese ed eseguendo movimenti dal basso verso l’alto. Seduta, porta lentamente i pesi dal basso, con le braccia tesa, all’altezza delle spalle. Ripeti entrambi gli esercizi 20 volte. Con una palla ginnica. Sdraiati con le gambe flesse, tieni la palla con entrambe le mani, le braccia semiflesse con i gomiti in fuori. Afferra la palla prima con la punta delle dita poi stringila con il palmo delle mani. Procedi con questi passaggi veloci dalle dita al palmo per almeno una ventina di volte. cure di bellezza del seno

PORTAMENTO ANTIGRAVITA’. Spalle diritte e colonna vertebrale eretta:  è essenziale perchè il seno appaia più alto e tonico. E c’è di più: se questo piccolo stratagemma si trasforma in una buona abitudine, l’effetto non è più solo virtuale. Adottare una postura corretta, infatti, è utile anche per evitare che nel tempo la cute del seno si rilassi.  • Attenzione, dunque,  a come cammini: allunga la nuca verso l’alto come se portassi una cesta, alla maniera delle donne africane, con la colonna che segue le curvature naturali, senza essere nè rigida, nè eccessivamente rilasciata. Controlla anche il bacino che, in piedi o da seduta, deve essere parallelo al suolo.  • In più, puoi provare questo esercizio. In piedi, appoggia la schiena e la testa alla parete, tenendo invece i piedi scostati di 7-8 cm dal muro. Poni una mano sulla nuca e l’altra dietro la vita e stenditi verso l’alto, allungandoti il più possibile. Mantieni la posizione per almeno 2 minuti. Ripeti l’esercizio più volte al giorno.

DA FARE:

  • Quando segui una dieta dimagrante, usa regolarmente un trattamento energico e assumi integratori a base di olio di borragine: contengono Omega 6, grassi buoni che favoriscono la circolazione sanguigna e danno elasticità ai tessuti.
  • Cura l’alimentazione: mangia ogni giorno cereali integrali, semi di sesamo e germe di grano (aggiungili a fine cottura in sughi, verdure in umido, minestre). Preferisci le verdure a foglia verde scuro, come crescione, rucola, spinaci. Sì anche a tonno, aringhe e pesce in genere.
  • Per far assorbire meglio i prodotti, prima di stenderli detergi bene il seno con un prodotto specifico, o con lo stesso detergente per il viso
  • .Una volta ogni 10-15 giorni, fai un leggero gommage con un prodotto per la pulizia del viso per eliminare le cellule morte.
  • Pratica con costanza attività sportive utili a rassodare il seno, come il nuoto, la corsa, i pesi. Utilizzando, per l’occasione, reggiseni non compressivi, specifici per lo sport.cure di bellezza del seno

DA NON FARE:

  • Applicare prodotti esfolianti aggressivi sul seno: in questa area l’epidermide è troppo delicata per sopportarli.
  • Dormire o prendere il sole a pancia in giù troppo a lungo: comprime il seno e facilita il rilassamento della pelle.
  • Mangiare troppi cibi che contengono grassi di origine animale (salumi, burro, carne di manzo): ne risente la salute dei tessuti del seno, sia quelli ghiandolari esterni, sia quelli dell’epidermide e muscolari.
  • Evita gli sbalzi di peso: aumenta il rischio di smagliature, avvizzimenti, cadute di tono.
  • Trascurare i lati del seno quando si applica un prodotto. Nella zona tra l’ascella e la base del collo, infatti, ci sono i muscoli che lo sostengono.
Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su