Stai leggendo
La carica dell’Indie Beauty

La carica dell’Indie Beauty

cosmetici indie beauty

Come nella musica, anche nell’universo beauty l’”indie” fa tendenza. E che il fenomeno sia in costante crescita è testimoniato anche dall’interesse di Amazon, che ha lanciato  Indie Beauty Shop, un negozio virtuale interamente dedicato a questi brand. Vale a dire: ai piccoli marchi indipendenti, non appartenenti alle grosse multinazionali della bellezza, che ormai coprono tutti i settori, dallo skincare al make-up fino ai beauty-tool, e che secondo gli analisti di Mintel  hanno costruito il loro successo: “usando abilmente  canali online e social media per superare in astuzia i giganti del settore e costruire un seguito enorme di consumatori fedeli”.cosmetici indie beauty

Un successo che trova più ragioni d’essere. Questi cosmetici, infatti, stuzzicano il bisogno di novità delle consumatrici puntando sugli appeal dell’eccellenza della formula e del prodotto di nicchia che,  però, non è necessariamente costoso, al contrario. Piacciono  perché spesso sono linee molto specifiche per utilizzo o per natura delle formulazioni, perché sono cosmopolite e inclusive – nascono in ogni parte del mondo – e allo stesso tempo rappresentative  di un territorio, dunque forti di un contesto narrativo di tutto rispetto.

Di più: come insegna il fenomeno più notoGlossier (glossier.com), originariamente  nato dal blog Into The Gloss (intothegloss.com), l’intento dei brand indie è quello di raggiungere la consumatrice direttamente, grazie a website super-responsive, che sostituiscono di fatto gli intermediari, le campagne pubblicitarie e di marketing. Inoltre, puntano al coinvolgimento in prima persona  delle consumatrici – molte aziende “indie”  invitano le utenti a testare in anteprima i prodotti e a dare giudizi -.  L’anima solitamente green e cruelty free di questi prodotti è, si sa, un invito irresistibile per le nuove generazioni.cosmetici indie beauty

Tra i prodotti più curiosi e interessanti: la linea per la protezione dei capelli delle donne in menopausa studiata da una equipe di ingegneri, medici e naturopati (Nutrafol). BeU (beushopping.com) nasce in Nuova Zelanda e propone   quattro prodotti antiage 100% naturali a base di olio di jojoba, veleno di api, retinolo, miele Manuka, olio di avocado e aloe. cosmetici indie beautyDalla Corea arriva, invece, il Cacao Moist and Mild Serum, un siero idratante adatto soprattutto per pelli secche e asfittiche, a base di cacao e di un fitocomplesso brevettato composto da  7 estratti vegetali con funzione immunoregolatrice, antinfiammatoria e antiossidante (thekbeauty.com). The Optimist di Maya Chia, brand indie made in USA (mayachia.com),    è un boost per il viso grazie a una miscela brevettata di antiossidanti, aminoacidi, polisaccaridi, fitonutrienti e acidi grassi, come sake, tè bianco, semi di chia, liquirizia e astaxantina, che insieme assicurano una pelle radiosa, nutrita e luminosa.

Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su