Stai leggendo
Meditazione beauty style

Meditazione beauty style

Meno rughe e rughette, curve più toniche e scolpite e tante belle emozioni che frullano in testa. Ai cosmetici non viene più richiesta la sola efficacia: una performance tecnologicamente eccellente ora vale di più se è accompagnata da un corredo di sensazioni positive, che porta un’onda di benessere nelle profondità dell’inconscio. Allo stesso modo, si stanno allargando i confini dei rituali di bellezza per includere pratiche di benessere “pacificanti”, come la meditazione, la respirazione profonda e il movimento leggero, perché sanno dispensare serenità, decongestionare le tensioni e apportare così, di riflesso, benefici alla pelle.

MEDITA

Un antietà rilassante, che riduce il cortisolo, l’ormone dello stress (e dell’aging accelerato): anche questo è la meditazione, indipendentemente dalla tecnica prescelta (mindfulness, yoga, trascendentale). E per diversi motivi. Il più recente è stato scoperto da uno studio condotto su 40 giovani da Christopher May dell’Università di Groningen (Olanda) e pubblicato su The Journal of Positive Psychology: bastano 15 minuti di meditazione al dì per ottenere gli stessi benefici psicofisici di un giorno di vacanza.

Pratica fast & easy
Puoi iscriverti a un corso di mindfulness (info, per esempio, su: centromindfulness.net) o di meditazione trascendentale: (meditazionetrascendentale.it), ma nel frattempo puoi affidarti anche ad app dedicate che fanno bene a mente e corpo, come Breathe Well, che s’ispira ai principi di base delle tecniche di meditazione e aiuta a gestire le tensioni e l’ansia con la corretta respirazione, o Insight Timer – Meditazione, che offre anche un’ampia scelta di suoni e brani rilassanti.

Appunti beauty
Cosmetici che sanno dispensare sensazioni pacificanti, come la meditazione: gli oli da massaggio e le creme che nascono dall’ayurveda (che ha radici anche nello yoga) e le formule aromacologiche a base di profumi rilassanti ed euforizzanti, per esempio di citronella, sandalo, patchouli. Ma l’effetto meditazione di una qualsiasi formula cosmetica (solari inclusi) è offerta soprattutto dalle texture polisensoriali, che, come dimostrato da alcuni studi, grazie all’estrema piacevolezza riescono a coinvolgere entrambi gli emisferi cerebrali, il destro e il sinistro, aumentandone la reciproca coerenza. Un plus che è garantito da eccipienti e additivi “reologici” (da reos, scorrere), ossia che facilitano la scorrevolezza e il massaggio, come ceramidi, siliconi volatili, acido ialuronico microfrazionato, esteri dell’olivo e dimeticone.

CAMMINA

Secondo Catrine Tudor-Locke, del Dipartimento di chinesiologia dell’Università di Massachusetts ad Amherst, Stati Uniti (una vera esperta in materia), l’ideale è compiere almeno 6.000/8.000 passi al giorno, con un ritmo di circa 100 passi al minuto. A trarne vantaggio sarà tutto l’organismo in termini di longevità e giovinezza, come hanno confermato diverse ricerche scientifiche. Di più: la camminata e la corsa leggera, stimolando le endorfine, migliorano l’umore e distendono la pelle. Cute e sistema nervoso hanno la stessa origine embriologica, l’ectoderma: per questo, positivamente stimolati, i neuromediatori aiutano a mantenere l’epidermide correttamente idratata, più tonica e meno tendente a segnarsi.

Pratica fast & easy
È matematico: camminare regolarmente a ritmo sostenuto, soprattutto a pieni nudi sulla sabbia, ha un magnifico effetto rimodellante su gambe e glutei. Un “trucco” per rendere ancor più produttiva la camminata? L’esercizio della rullata del piede, che consiste nell’appoggio avanti con il tallone, il passaggio intermedio su tutta la pianta e la spinta completa dell’alluce al termine del passo: per facilitarlo, prova a immaginare di voler lasciare un’impronta completa e profonda del piede sulla sabbia.

Appunti beauty
Durante qualsiasi attività fisica all’aperto, ricordati di proteggere la pelle dagli UV. Preferisci i solari con le texture più leggere, come i gel e le formulazioni in latte, che lasciano traspirare la pelle, e applicale frequentemente, perché la sudorazione ne riduce l’effetto scudo. Per moltiplicare l’effetto anticellulite e tonificante della camminata, a fine sessione e dopo la doccia applica creme che hanno un’azione analoga a questa pratica, per esempio con un pool di principi attivi snellenti e drenanti, come gli estratti peptidici di riso e di pepe di Sichuan (che stimolano le cosiddette proteine UCP – “anticcia” -), e rinforzanti delle pareti di vene e capillari, come il baobab, il mirtillo, il cipresso e l’ippocastano.

RESPIRA

La corretta respirazione è una portentosa “cura di bellezza naturale”, perché incentivando l’ossigenazione dei tessuti migliora i processi depurativi, rigenerativi e il nutrimento di tutte le cellule. Non solo: aiuta a riattivare il metabolismo e a sintonizzare i diversi ritmi fisici, inclusi quelli dell’appetito e del sonno/veglia. Stimola il turnover cellulare e, soprattutto se ci si trova in un clima favorevole – mare o montagna -, favorisce l’esfoliazione delle cellule superficiali della pelle, che così diventa più radiosa ed elastica.

Pratica fast & easy
Per re-imparare a respirare correttamente, ossia con il diaframma, sono utili i corsi di canto, di rilassamento e di yoga (ansia e stress influiscono negativamente sulla qualità del respiro, rendendolo più superficiale). Un esercizio di respirazione circolare profonda, che puoi praticare anche in riva al mare per “fare il pieno” di minerali detox e antiage:
1. Esegui quattro respirazioni complete senza interruzioni (inspirazione ed espirazione per quattro volte consecutive).
2. La quinta respirazione completa è lunga e profonda.
3. Ripeti la sequenza di quattro respirazioni complete più la quinta profonda per altre quattro volte.

Appunti beauty
Per far respirare la pelle, mantienila sempre perfettamente esfoliata, anche in estate, preferendo peeling soft, per esempio con poliidrossiacidi, come l’acido lattobionico e il gluconolattone, che oltre a levigare la superficie cutanea, idratano in profondità e aumentano il tono. E aggiungi nella tua beauty routine creme che potenziano l’ossigenazione cutanea. Contengono, per esempio, speciali sostanze chiamate perfluoropolieteri, che a contatto con la pelle rilasciano molecole d’ossigeno, oppure ossigeno veicolato da fluoro-derivati, che gli permettono di penetrare nel derma e stimolare il microcircolo.

Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su