Stai leggendo
Coltivare in giardino il bellissimo (e profumatissimo) Hamamelis

Coltivare in giardino il bellissimo (e profumatissimo) Hamamelis

coltivare hamamelis

Probabilmente conosci l’Hamamelis come pianta tra le più usate in erboristeria e cosmetica, perché rientra nelle formulazioni di molti prodotti per la bellezza. Ma forse non sai che, oltre ad essere utile, è anche molto ornamentale ed emozionante, perché capace di riempirsi in pieno inverno (esattamente tra dicembre e febbraio) di fiorellini gialli delicatamente profumati, che resistono fino all’inizio della primavera. L’Hamamelis  è  perfetta, quindi, per rendere più luminoso il giardino nella stagione meno propizia alle fioriture.

Caratteristiche e sistemazioni. È un piccolo arbusto che si sviluppa fino a 2-3 metri di altezza o poco più. Tende ad espandersi anche in larghezza: per questo l’ideale è piantarlo in giardino, ma cresce bene anche in terrazzo se alloggiato in un vaso abbastanza capiente (con almeno 24-30 cm di diametro e una profondità di 20-22 cm). Non teme freddo e gelo, però in inverno ama le posizioni soleggiate. In estate, invece, soffre le temperature elevate e va sistemato all’ombra.coltivare hamamelis

Terriccio e annaffiature. Dopo aver  distribuito sul fondo del vaso dell’argilla espansa, per il drenaggio, riempi con un terriccio per piante acidofile, oppure con un terreno argilloso che però sia soffice, ricco di humus e ben drenato. In inverno, l’Hamamelis va bagnata poco ma regolarmente, per assicurarle un terreno sempre umido. La frequenza, se non è esposta alle piogge, è di una volta la settimana, facendo però attenzione ad evitare ristagni nel sottovaso. Da aprile a settembre, invece, va annaffiata abbondantemente.

Concimazione. Durante la fioritura, quindi fino a marzo/aprile circa, una volta al mese nutrila con un concime per piante acidofile da fiore. Dopo la caduta dei fiori, usa invece concimi azotati che stimolano la crescita, come quelli che contengono sangue di bue.coltivare hamamelis

Malattie. Essendo una pianta molto robusta, l’Hamamelis non è facilmente esposta all’attacco dei parassiti, mentre è incline a soffrire di clorosi ferrica, che provoca ingiallimento e poi caduta delle foglie. Per prevenirla, usa dei prodotti acidificanti con aggiunta di ferro, tipo zolfo, solfato o chelato ferroso (dosi e frequenza di utilizzo sulle confezioni).

 

Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su