Stai leggendo
Via i peli superflui (quasi) per sempre

Via i peli superflui (quasi) per sempre

eliminare i peli superflui per sempre

Oggi è possibile arrivare a primavera con una pelle liscia e che tale rimarrà per lunghissimo tempo  grazie ai trattamenti di epilazione permanente, professionali e fai-da-te,  che promettono una libertà unica: la fine del supplizio delle ceretta  ogni tre settimane, del rasoio ogni tre giorni, delle ore in posa con la crema depilatoria. Ma prima dobbiamo fare una piccola premessa: non è ancora stato inventato un apparecchio che elimina definitivamente tutti  i peli superflui. La nostra pelle, infatti,  anche dopo i trattamenti  continuerà a produrre una peluria sottile e bionda che tutte abbiamo a prescindere dal tipo di carnagione e di colorazione del pelo. Inoltre, nel corso della vita, sotto determinati stimoli, per esempio l’innalzamento dei valori degli ormoni testosterone o prolattina, si possono formare nuovi follicoli piliferi, anche sulle  zone già trattate con laser o luce pulsata. A casa o in studio, ecco, dunque,  le soluzioni tecnologiche sulle quali puntare per un corpo e un viso “immacolati”.eliminare i peli superflui per sempre

A CASA, CON LA LUCE PULSATA. Gli epilatori permanenti fai-da-te sfruttano la tecnologia a luce pulsata (il laser è a esclusivo uso medico) che, bersagliando la melanina, carbonizza il pelo e ne inattiva la matrice. Naturalmente, non consentono un risultato esattamente sovrapponibile a quello che puoi ottenere dal medico. I device fai-da-te di nuova generazione, tra l’altro, sono dotati di sistemi di sicurezza integrati e utilizzano sorgenti di luce a più bassa intensità di energia rispetto a quelli professionali per ridurre la possibilità di danneggiare la pelle, e per questo, pur garantendo buoni risultati,  sono anche un po’ meno efficaci. Alcuni modelli  sono dotati di un’app interattiva, che dialoga con lo smartphone consentendo di eseguire un questionario pre-trattamento e di selezionare il livello d’intensità desiderato direttamente dal cellulare.  Altri dispositivi, invece,  sfruttano anche l’energia galvanica, che favorisce la dilatazione dei pori, e uno speciale impulso che penetra più profondamente nel follicolo pilifero, per ottenere un trattamento ancor più efficace e duraturo.eliminare i peli superflui per sempre

Per quali zone sono adatti e quante sedute occorrono. Rispondono bene all’epilazione  le gambe, le braccia, le ascelle, la linea bikini, la schiena,  il viso femminile e il torace maschile. I migliori risultati si ottengono su viso,  ascelle, gambe e inguine.  Per “disattivare” la ricrescita dei peli occorrono almeno 4 applicazioni, una al mese, o con altre frequenze variabili secondo il modello. Ricordati sulle  zone trattate esposte, sarà necessario applicare un filtro con protezione alta (SPF 50+) per prevenire eventuali macchie scure.

Consigli d’uso. Dopo il trattamento  non applicare deodoranti profumati o alcolici per almeno 24 ore e non utilizzare l’apparecchio prima di sauna  o bagno turco  o prima di esporti direttamente al sole. Evita di trattare direttamente le zone dove sono presenti cicatrici, macchie o lesioni e fai prima una mappatura dal dermatologo degli eventuali nei presenti nelle zone da epilare. No anche a trattamenti sui capezzoli,  nelle  aree vicinissime ai genitali e nei baffetti se soffri di herpes simplex, per non risvegliare il virus. In quest’ultima ipotesi, meglio effettuare l’epilazione dal medico, che ti prescriverà una cura antivirale preventiva.eliminare i peli superflui per sempre

DAL MEDICO ESTETICO O DALL’ESTETISTA: LUCE PULSATA O LASER

Dal professionista  puoi scegliere tra epilazione  laser (solo ad uso medico) o a luce pulsata,  quest’ultima effettuabile, depotenziata, anche nei centri estetici. In tutti i casi, valuta con cura l’ambulatorio o l’istituto  cui affidarti: sia il laser che la luce pulsata (anche quella a uso estetico) possono danneggiare i tessuti se non vengono eseguite da un professionista esperto. Il principio che viene sfruttato da laser e luce pulsata è lo stesso, ovvero una radiazione di luce, ma a variare è la lunghezza d’onda: i laser ne hanno solo una e potente, mentre gli apparecchi a luce pulsata hanno uno spettro di radiazione che va dai 695 ai 755 nanometri, più ampio ma meno elevato. Sintetizzando: il laser viene solitamente utilizzato per i peli più spessi e più scuri, la luce pulsata, invece, per quelli  più sottili e meno scuri. Altre peculiarità: le luci pulsate permettono  di modulare l’intensità erogata in funzione della carnagione, quindi vanno bene per tutti i fototipi e per tutti i tipi di pelo (in sostanza, sono più “personalizzabili”). Ma gli apparecchi a luce pulsata  dei centri estetici sono depotenziati, quindi richiedono generalmente un numero maggiore di sedute rispetto agli apparecchi ad uso medico.eliminare i peli superflui per sempre

Per quali zone sono adatti e quante sedute occorrono. Il laser è indicato per gambe, braccia, inguine e ascelle, mentre è sconsigliato sul viso. La luce pulsata, sia “medica” sia “estetica”, ha il vantaggio di essere utilizzabile su tutte le aree del corpo. Per le gambe, ad esempio, occorrono da 7 a 10 sedute, distanziate fra loro di 3-4 settimane,  perchè la crescita dei peli avviene secondo cicli non sincroni  (ad ogni trattamento solo il 20 % dei peli presenti è nella fase giusta). Per l’inguine servono circa 4-7 sedute; per i baffetti da 6 a 8 sedute, sempre distanziate di circa un mese. Generalmente, con il laser ci vogliono un paio di sedute in meno rispetto alla luce pulsata, per tutte le zone da trattare.

Torna su