Stai leggendo
Cani e gatti: scelte ecologiche e a “impatto 0”

Cani e gatti: scelte ecologiche e a “impatto 0”

Cani e gatti scelte ecologiche a impatto zero

Se ami gli animali, forse a maggior ragione ti sei posta la domanda: ma il mio gatto, o il mio cane, è a “impatto zero”? Perché il rispetto per i nostri amici a quattro zampe va, ovviamente, “a braccetto” con il rispetto per la natura. Tra l’altro,  scegliere materiali, oggetti, giocattoli e cibi meno o per nulla inquinanti spesso significa anche proteggere la salute del tuo “pelosino”. Ecco qualche consiglio in tema.

Per i bisognini. La tradizionale lettiera per gatto in sabbietta è molto inquinante: per questo, tra gli eco-accorgimenti più importanti, c’è quello di scegliere lettiere totalmente biodegradabili. Come quelle in tutolo di mais (la parte dura della pannocchia), oppure in carta riciclata e pressata o altri materiali ecologici. Alcune sono in vendita anche nei supermercati e si possono smaltire nel water. Per abituare il micio alla nuova lettiera procedi a piccoli passi, sostituendo gradualmente parte della vecchia lettiera con quella nuova, fino a quando il micio non accetta il nuovo “wc”. Per i cani: scegli sacchettini raccogli-deizioni in materiale biodegradabile, anziché di plastica.

Cani e gatti: scelte ecologiche e a "impatto 0"

La pappa. Preferisci le scatolette con cibo biologico, meglio se prodotte in Italia, così riduci l’impatto ambientale del trasporto – km zero effettivo –. E, ogni tanto, se l’animale non  ha problemi di salute,  dagli del cibo preparato da te. I mici, per esempio, gradiscono moltissimo il nasello o il  merluzzo bollito. O, meglio ancora, consiglio valido soprattutto per il cane, sostituisci gli snack con analoghi naturali: i bastoncini, per esempio, con le carote, che oltretutto puliscono perfettamente i denti, e i biscottini pre-confezionati con biscotti dolci o salati fatti da te. Prepara un impasto con farina, meglio se integrale, acqua e un uovo,  e aggiungi un po’ di pasta d’acciughe, di rosmarino e di aglio tritati per la versione salata;   mela frullata o un po’ di miele nella versione dolce (evita assolutamente il cioccolato, che è tossico per il cane). Poi cuoci in forno come i normali biscotti, ma abbastanza a lungo da renderli belli duri.

La toilette. Preferisci shampoo e altri prodotti biologici e non sperimentati su animali con metodi cruenti (leggi in etichetta) e in primavera, contro i parassiti  usa in alternativa prodotti naturali, ad esempio l’olio di Neem (in spot on), che funziona contro zecche e pulci. Bastano due  applicazioni sulla schiena, ripetute ogni 2 o 3 giorni in caso d’infestazione, mentre per la prevenzione è sufficiente  una volta la settimana.

Disclaimer
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico veterinario. È sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico di fiducia.

Torna su