Stai leggendo
Questione di piedi: l’abc per estremità effetto piuma

Questione di piedi: l’abc per estremità effetto piuma

cure antifatica per piedi

I piedi più belli di sempre nello star system? Secondo Manolo Blahnik sono quelli di Raquel Welch.  Talmente affascinanti, i piedi, da stimolare manie al limite (!) del fetish: Quentin Tarantino li adora così tanto da  far arrivare le attrici ai provini in infradito e da inserire in ogni film almeno una scena dedicata ai piedi (guardare, per credere, le magnifiche estremità di Uma Thurman, inquadrate sia in Pulp Fiction sia in Kill Bill). E laddove madre natura ha lasciato qualche “incompiuta”  o  il tempo ha scavato qualche piccola imperfezione, arriva la medicina estetica. Tra le tecniche più soft ed esteticamente gradevoli: filler all’acido ialuronico di diversa densità iniettato nel sottocute attraverso micro-cannule, per riempiere gli “svuotamenti” tipici dell’età (durata: 8-10 mesi circa, poi da ripetere).

Formule di bellezza. Estate 2020: sono ancora à la page i sandali con  tacchi vertiginosamente alti. Fin dove osare? È matematico:  Q x [12 + (3xS/8). Che per l’Institute of Physics di Londra  è la formula per scoprire la massima altezza tollerabile in fatto di tacchi.  Il calcolo non è semplice, perché tra i fattori in gioco figurano anche il numero di scarpa e gli anni trascorsi sui tacchi. Il sistema più immediato: se siete di statura “small”, meglio non superare  i  9-10 cm, pena il rischio di un poco charmant effetto trampolo.cure antifatica per piedi

Calzature perfette. Vietato emulare le sorellastre di Cenerentola (celebre anche per la piccolezza inarrivabile del suo piede), ostinatamente intenzionate a calzare una scarpa decisamente mini per la loro taglia per strapparle il principe azzurro. Un errore comune infatti è portare scarpe troppo piccole e costringere così  le dita a posizioni innaturali che favoriscono la comparsa  di molti disturbi, come l’alluce valgo, le unghie incarnite  e le dita a martello. Chissà, forse  dietro all’abbaglio nella scelta della misura (di scarpa), si nasconde l’inconscio desiderio di  esibire un piede xs, che nell’immaginario collettivo (soprattutto maschile) continua ad essere associato ad un’idea di erotismo e seduttività femminile. Anche alle patite delle suole flat  con tomaia “deficitaria”,  e relativo piede affaticato, quindi, i podologi suggeriscono “esercizi di compensazione” post uso. Per esempio, la sera si può provare questo training: supine,  gambe distese a terra e muscoli rilassati, con entrambi i piedi aprire a ventaglio le dita e chiuderle ritmicamente (10 volte di seguito).

Fitness estremo.

Un automassaggio Tao dei piedi è il sistema how to do di pronto intervento per estremità provate dal gonfiore e dalla pensantezza. Accarezzare la pianta e il dorso del piede: iniziare con tocchi delicati e proseguire con movimenti più energici. Allargare e distanzia le dita, poi massaggiale una per una da sei a nove volte, insistendo sul mignolo per sgonfiare e  facilitare l’eliminazione di ristagni e tossine. E appena possibile correre, per alleggerire i piedi e ritrovare un immediato good mood.

Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su