Stai leggendo
Le mille virtù cosmetiche del carbone vegetale

Le mille virtù cosmetiche del carbone vegetale

Le mille virtù cosmetiche del carbone vegetale

Se ti diciamo carbone vegetale, sicuramente la prima cosa che ti sovviene sono gli integratori alimentari per combattere i gonfiori addominali. Invece, questa speciale “materia” naturale dal profondo “non colore” black è uno degli ingredienti cosmetici più trendy e tra i più postati nei social, anche dalle celebs (vedi alla voce/hastag  #blackmask), soprattutto (ma non solo) per il potente effetto detox. In realtà, si tratta di una riscoperta, poiché  già da secoli  in Cina (le prime testimonianze risalgono all’epoca Ming, dal 1360 al 1640 circa) questa sostanza viene utilizza per purificare il tè e come ingrediente-base di farmaci e rituali di bellezza.Le mille virtù cosmetiche del carbone vegetale

Purifica e illumina. Questo fantastico ingrediente cosmetico è una polvere molto porosa, inodore e insapore, ricavata dalla lavorazione del legno di specie molto differenti, per esempio di salice, di pino o di betulla. Tra le  qualità più pregiate spicca quella ottenuta dalla  calcinazione della noce di cocco e, soprattutto, quella derivata dalla carbonizzazione del bamboo: in quest’ultimo caso, il carbone  è più poroso e ha una maggiore capacità di assorbimento di tossine e impurità. Qualunque sia la derivazione, il meccanismo d’azione è lo stesso: purifica la pelle, sublimandone la luminosità e  agendo  come un  magnete capace di catturare impurità cutanee e smog e di stimolare i  naturali meccanismi  detossinanti della pelle.

E’ anche antietà. Proprio per queste peculiarità, il carbone vegetale è  anche un ottimo alleato dei trattamenti antietà. Poiché elimina le particelle inquinanti, anche quelle degli ambienti indoor e dello smog fotochimico – da ozono – abbatte il carico di radicali liberi,  rivitalizza la pelle e ne aumenta di conseguenza le capacità rigenerative. Inoltre, essendo anche decongestionante e calmante,  aumenta le difese dell’epidermide dalle aggressioni esterne.

 

Per quali tipologie di pelle  è adatto. Come ingrediente detossinante, rivitalizzante, illuminante, è adatto per tutte le tipologie di pelli anche se, essendo un sebo-regolatore, ad avvantaggiarsene maggiormente sono quelle miste e grasse, con presenza di comedoni e brufoletti. Inoltre, è molto utile per chi fuma, poiché aiuta a contrastare la maggior produzione di radicali liberi indotti dalla sigaretta.

Dove lo trovi. Il “nero carbone” è l’ingrediente principe delle black mask, le ormai famose maschere purificanti e detossinati. Ma lo puoi trovare anche nelle creme destinate alle pelli grasse e miste e, come ingrediente complementare, nei detergenti, negli scrub e nelle acque micellari.

Protagonista anche nel make up e nei prodotti per l’igiene orale.

Sebbene possa sembrare curioso, considerata l’intensa tonalità scura,  il carbone vegetale è utilizzato anche nei dentifrici, sia come blando sbiancante sia come ingrediente attivo per purificare l’alito, grazie alla capacità di “catturare” le molecole volatili sgradevoli e all’azione antisettica di cui è dotato. E’ spesso presente anche nei make up – ombretti, matite e eyeliner – biologici e vegani, come pigmento nero naturale e come valido sostituto, in caso d’intolleranza,  di quelli minerali.

Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su