Stai leggendo
Cure beauty di settembre

Cure beauty di settembre

Cure beauty di settembre

I beauty-leitmotiv di fine agosto e inizi settembre? Ritmi lenti e novità, ovvero un’amorevole cura di sé che aiuti, tra l’altro, a esorcizzare l’autumn blues,  la lieve depressione stagionale che tende a colpire con maggior frequenza  in stato di prolungato stress.   In vacanza si beneficia di una serie di stimoli positivi: relax, orari elastici, novità, esposizione alla luce naturale, che inducono l’organismo ad alzare la produzione di adrenalina,  noradrenalina e dopamina, neurotrasmettitori che  stimolano energia e buon umore e migliorano indirettamente l’aspetto della pelle. La piena ripresa dei ritmi usuali, compresa la lunga permanenza in ambienti chiusi, priva l’organismo di tutto questo, con un effetto rebound, sia di minore “carica euforica”, sia in termini di luminosità e tonicità della cute. Cure beauty di settembre

Brevi fughe in Spa. E cure mirate per la pelle.

L’antidoto: dei break-benessere ben ritmati, come weekend in Spa o semplici passeggiate quotidiane all’aperto, ai quali si aggiungono operazioni di routine cosmetica adatte alla stagione. Per rigenerare la pelle del  viso e del corpo occorre  un plus d’idratazione e nutrimento: detergere il viso con prodotti  emollienti e ultra-soft, che non intacchino il film idrolipidico. Chi ha la pelle normale può scegliere un detergente delicato e bilanciato per l’acidità cutanea (pH 5.5), mentre chi ha qualche disagio cutaneo deve puntare su prodotti più mirati. Per chi ha la pelle secca o disidratata: al risveglio, meglio non usare saponi o schiume, che tendono a impoverire il film idrolipidico, ma massaggiare delicatamente un olio vegetale, per esempio di ribes nero, di jojoba o di avocado, e poi passare un dischetto imbibito con un detergente senza risciacquo. La sera preferire una crema démaquillante oppure un latte a risciacquo.  L’effetto lucido della pelle grassa, molto diffusa anche tra il genere maschile, per vari fattori tende ad accentuarsi in questo periodo. L’ideale è pulire  la pelle con prodotti a pH leggermente acido, o con un gel che a contatto con l’acqua diventa schiuma.Cure beauty di settembre

Detergenti ok e super-maschere.

Bene anche i detergenti  a base di oli affini al sebo cutaneo, come quelli d’oliva e mandorle. Fondamentale l’applicazione di prodotti idratanti e, per il corpo, anche leggermente nutrienti, come quelli a base di burro di karitè, aminoacidi, urea e con ingredienti emollienti, come glicerina, lanolina, aloe. Per il viso, programmare due maschere settimanali antiage e idratanti, per esempio con vitamina C o  B5 oppure all’olio di argan. E prima della crema, stendere un gel all’aloe o all’acido ialuronico, che idratano a fondo. Lo scrub-corpo, invece, è il prezioso alleato di una pelle più luminosa, al quale ricorrere due  volte la settimana sotto la doccia. Importante anche un gommage ultradelicato per il viso (una volta la settimana), oppure si possono sfruttare le ore di buio per applicare un siero rigenerate e con una leggera azione esfoliante e uniformante, per esempio alla vitamina C. Per le défaillance cutanee più evidenti, utili i trattamenti proposti dalla medicina estetica.

I trattamenti medico-estetici.

Le macchie scure e la pelle spenta, segnata e molto disidrata, trovano soluzioni soft-strong nel laser frazionato, che esfolia  selettivamente la cute (agisce direttamente sul collagene) e stimola il rinnovamento cellulare (in media 3 sedute). Oppure, molto indicata in questa stagione la biostimolazione con acido ialuronico, aminoacidi, vitamine, per ripristinare le riserve d’acqua e  sollecitare la produzione di collagene ed elastina (3-4 sedute).Cure beauty di settembre

Fondamentale è detossinare la pelle.

La detossificazione della pelle, soprattutto secondo le medicine orientali, è  pratica che diventa ancor più importante con l’autunno che incalza con il suo carico di stress e smog urbano. La nostra pelle accumula nei suoi strati miliardi di tossine al giorno che, se non correttamente smaltite, possono “asfissiare” le cellule sane, frenando le loro vitali e fisiologiche funzioni riparatrici. Oltretutto,  rallentando il metabolismo, rendono meno efficaci anche i prodotti antietà. Per questo,  le major cosmetiche propongono sempre più spesso formule capaci di far risplendere il viso con una doppia azione: disintossicante e ossigenante. Ma oltre a preferire questi cosmetici, è importante modificare gli  stili di vita errati. Evitare fumo e alcolici e curare l’alimentazione. Secondo la medicina tradizionale cinese, per favorire la disintossicazione, in questa stagione è importante privilegiare i cibi dal sapore amaro, come cicoria, rucola, broccoli, carciofi, lattuga romana, e quelli dolce-naturale, come cereali integrali, carni bianche, pesce di lago, salmone, miele e spezie.

Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su