Stai leggendo
Sgonfiati con l’automassaggio ok

Sgonfiati con l’automassaggio ok

automassaggi per sgonfiare

I gonfiori sono indubbiamente  un leitmotiv del periodo, perché sono diversi i fattori che remano contro una silhouette  skinny e scattante e un ovale  del viso asciutto e tonico: lo scarso movimento, le tante ore trascorse in ambienti chiusi e riscaldati, i pasti mediamente più carichi di grassi e soprattutto di zuccheri e  sale, che trattengono acqua nei tessuti  e aumentano il carico di tossine . Una soluzione semplice, veloce nei risultati e  a “effetto coccola”  è l’automassaggio, che, grazie a delicati movimenti eseguiti secondo specifiche sequenze,  aiuta a drenare i liquidi stagnanti  e a ritrovare contorni più definiti. In più, puoi utilizzare le stesse manovre per stendere i cosmetici, così da potenziarne l’efficacia grazie alla miglior penetrazione dei principi attivi. Ecco le gestualità che  puoi adottare per le parti del viso e del corpo che solitamente più hanno bisogno di essere drenate.

LE MANOVRE PRELIMINARI

Ricorda che è sempre importante aprire qualsiasi massaggio drenante, qualunque sia la parte interessata, “sbloccando” la linfa stagnante sul collo: parti dalla  zona dietro l’orecchio e prosegui lungo i lati del collo  con 5 leggeri movimenti di spinta verso il basso fino a raggiungerne la base, quindi esegui la stessa sequenza sulla zona paravertebrale (dietro il collo) e termina con 5 pompaggi nell’incavo sopra la clavicola.automassaggi per sgonfiare

PER SGONFIARE TUTTO IL VISO

Massaggia la zona mandibolare con 5 leggere spinte verso il basso eseguite in sequenza che,  partendo dal mento, proseguono fino ad arrivare nella zona d’inserzione del muscolo massetere (sulla faccia laterale del ramo della mandibola). Prosegui sul labbro superiore, eseguendo sempre 5 leggere spinte per raggiungere la zona parotidea, ovvero il segmento di  mandibola che si trova sotto l’orecchio. Esegui altre 5 delicate pressioni sulla guancia,  partendo dalla palpebra inferiore e scendendo fino al margine mandibolare.

BORSE E OCCHIAIE

Appoggia i palmi delle mani sugli occhi chiusi ed esercita delle leggere pressioni per 5 volte, alternandole ad altrettanti massaggi a spirale. Al termine, strizza gli occhi. Ripeti il ciclo per tre volte.automassaggi per sgonfiare

MANI

Applica una noce di crema, quindi appoggia le mani e gli avambracci su un cuscino e rivolgi i palmi verso l’alto. Massaggia la linea del polso, poi tutto il palmo della mano, esercitando con il pollice della mano opposta 7  leggere frizioni circolari. Quindi, ruota la mano sul dorso e massaggia lievemente gli spazi interdigitali, sempre con 7 frizioni circolari alternate a delle leggere pressioni del pollice. Prosegui con delicati sfioramenti, risalendo dal palmo ai polpastrelli. Poi, con l’indice e il pollice, esercita una leggera pressione sulla parte laterale delle dita, dal basso verso l’alto. Infine,  tira con estrema delicatezza le dita.

PANCIA

Drenaggio linfatico manuale: sdraiati a pancia in su e appoggia la mano destra sulla vita, con il palmo rivolto verso la fossa eliaca (zona fianco). Muovi la mano come se fosse una mezzaluna, eseguendo 5 movimenti. Appoggia la mano sinistra sull’altro lato, sempre all’altezza della fossa eliaca. Anche in questa posizione ripeti gli stessi 5 movimenti a mezzaluna. Concludi con 5 sfioramenti a spirale su tutto l’addome. Esegui questo massaggio tutti i giorni, per almeno 30 minuti.automassaggi per sgonfiare

GAMBE IN TUTTA LA LORO LUNGHEZZA

Stendi una piccola quantità di crema o di olio sulla coscia. Quindi, esegui degli sfioramenti, iniziando dal ginocchio e proseguendo  fino all’inguine per raggiungere la stazione dei linfonodi che si trova ai lati, nell’interno coscia. Qui,  a mani sovrapposte (una sopra l’altra), esegui dei leggeri pompaggi per 5 volte. Passa quindi a massaggiare la zona dietro il ginocchio: con il palmo delle mani esegui 5  leggeri sfioramenti per dirigere la linfa dall’esterno del ginocchio  verso l’interno, nell’incavo del cavo popliteo.

CAVIGLIE

Massaggia delicatamente con un po’ di crema nutriente e idratante tutto il piede. 2. Partendo dal piede sinistro, usa i polpastrelli delle quattro dita di entrambi le mani per effettuare cinque pompaggi su più punti intorno la caviglia, in modo da massaggiarla in tutta la sua circonferenza. 3. Con entrambi i pollici ruota delicatamente  intorno alla caviglia almeno 5 -7 volte.

Vedi commenti (1)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su