Stai leggendo
Un cane labrador per amico

Un cane labrador per amico

le cure per il cane labrador

È un (bellissimo) cucciolo che ispira tanta tenerezza e che manifesta subito un carattere dolce e affettuoso, oltre ad una spiccata intelligenza. Tutte doti che conserva e perfeziona anche quando, con la crescita, si trasforma in un piccolo-gigante buono, docile e gioioso. Insomma: è praticamente il cane perfetto! Parliamo del Labrador, una delle razze più amate da grandi e piccini. Tra l’altro è un  efficientissimo   “cane baywacht”, sempre più ricercato dagli addetti ai lavori. Ma ecco tutto quello che devi sapere su questo meraviglioso animale se hai intenzione di accoglierne uno in casa.le cure per il cane labrador

  1. E’ un compagno di giochi ideale anche per i bambini: non è assolutamente aggressivo, anche se, naturalmente, va trattato con le dovute attenzioni.
  2. Si adatta a vivere sia in città sia in campagna e può stare, naturalmente, anche in casa. Ma deve avere un giardino dove scorazzare libero e dove poter sfogare tutta la sua esuberanza. Oppure devi fargli fare almeno due lunghe passeggiate al giorno in un parco. In caso contrario, c’è il rischio che si annoi ed inizi a combinare qualche guaio. E, naturalmente, al mare, fagli fare delle belle nuotate: risvegliando la sua indole di cane-bagnino lo renderai superfelice!
  3. Fai attenzione alla dieta: è un gran golosone, che si papperebbe di tutto a ritmo continuo e, dunque, è a rischio obesità! Abitualo a mangiare solo due volte al giorno un pasto composto da una parte di crocchette ed una di pappa morbida in scatoletta, entrambe tassativamente di ottime qualità. Se lo alimenti correttamente, oltre tutto gli previeni i problemi di ipersensiblità alimentare (che spesso si manifesta con otiti recidivanti) e di malattie della pelle, piuttosto frequenti in questa razza.le cure per il cane labrador
  4. Per la toilette: spazzolalo una volta al giorno e fagli il bagnetto ogni mese, usando poco shampoo per cani, per non aggredire il pH naturale della sua pelle. Dopo ogni bagno in mare risciacqualo ben bene con acqua semplice per eliminare il sale, che può irritargli la cute.

ANCHE E GOMITI DA CONTROLLARE.

Richiede le stesse cure (e vaccinazioni) degli altri cani, ma anche il Labrador, sebbene forte e possente, ha… “un tallone d’Achille”. Come succede ad altre razze di grossa taglia,  può avere la displasia dell’anca e del gomito che, se non trattate, possono trasformasi nel tempo in una osteoartrite. All’età di tre mesi è importante sottoporlo alla prima visita di controllo: portalo dal veterinario-ortopedico, che ti consiglierà anche se effettuare delle radiografie ad anche e  gomiti e con che cadenza ripeterle.

Disclaimer
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico veterinario. È sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico di fiducia.

Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su