Stai leggendo
Prenditi cura del cuore del tuo micio. Tutto sulle malattie cardiache del gatto.

Prenditi cura del cuore del tuo micio. Tutto sulle malattie cardiache del gatto.

malattie cardiache del gatto

I mici hanno un “cuore grande”, in senso metaforico. Ma il loro cuoricino, come quello di noi umani, può ammalarsi e a qualsiasi età, anche se il rischio è naturalmente più alto nei gatti anziani. Ma mentre nei cani, per esempio, i sintomi sono piuttosto chiari, nei gatti i segnali che qualcosa non va sono subdoli e vaghi. E oltretutto possono essere confusi con altri problemi, meno seri. Inoltre, solo il 50% dei gatti alla prima visita veterinaria manifesta soffi o ritmo di galoppo, che indicano la presenza di una patologia cardiaca congenita, cioè presente fin dalla nascita.malattie cardiache del gatto

Le malattie più diffuse. La cardiomiopatia ipertrofica è la più frequente malattia cardiaca nei mici di tutte le età, soprattutto in alcune razze, come il Maine Coon e il Persiano. A volte può essere la conseguenza di altre malattie, come l’ipertiroidismo. Dà sintomi molto vari, come vomito, debilitazione, affanno, tosse, mancanza di appetito. Il micio che ne soffre tende anche a respirare a bocca aperta e si accuccia ripetutamente. La cardiomiopatia  aritmogena del ventricolo destro, invece, pur essendo meno diffusa è però grave, perché può portare alla morte improvvisa del  gatto, senza sintomi o segni di preavviso. Ha cause sconosciute ed è provocata da un’infiltrazione di grasso nel ventricolo sinistro del cuore del micio.

Gli esami e le cure. In caso di sospetto problema al cuore, il veterinario provvederà a fare degli esami: i principali sono l’ecocardiografia e  l’elettrocardiogramma. Poi, se rileverà un problema, continuerà a monitorare il piccolo con questi esami, inclusa la misurazione della pressione  ogni 3-6 mesi, secondo la gravità della patologia per somministrare, in modo preciso e secondo le necessità,  farmaci specifici, come Ace Inibitori, diuretici, regolatori del ritmo. malattie cardiache del gatto

La prevenzione e le medicine dolci. Per proteggere il suo cuore, fai attenzione all’alimentazione che deve essere nutriente, ma non troppo calorica, e ricca di acidi grassi polinsaturi omega 3. Anche il potassio è importante, soprattutto se il micio assume diuretici. Le medicine naturali possono essere un valido aiuto, insieme ai farmaci. Le più indicate sono il  ribes nigrum, che regola la pressione; la betulla, che è drenante, le vitamine A E C, la Curcuma, il  Biancospino, che è  ricco di sostanze utilizzate per sostenere il circolo e il cuore. Però le dosi vanno studiate caso per caso dal medico veterinario esperto.

Disclaimer
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico veterinario. È sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico di fiducia.

Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su