Stai leggendo
Operazione detox con il tè

Operazione detox con il tè

disintossicarsi con il tè

Stress, inquinamento, fumo, sedentarietà, alimentazione disordinata e scorretta, grandi abbuffate… Secondo le medicine naturali, queste cattive abitudini hanno un duplice, negativo effetto: da un lato aumentano la produzione di scorie e tossine, dall’altro rallentano l’attività degli organi che hanno il compito di eliminarle, ossia intestino, polmoni, reni, pelle, fegato. Risultato: le tossine si infiltrano in tutti i tessuti del tuo organismo. Gli effetti? Hai spesso un indecifrabile senso di nausea e frequenti mal di testa, soprattutto la mattina. Sei inspiegabilmente stanca, hai la pelle asfittica, ti senti gonfia e la tua cellulite diventa sempre più resistente a qualsiasi trattamento. disintossicarsi con il tè Ma, per favorire la disintossicazione, combattere e prevenire questi fastidiosi inconvenienti hai un prezioso alleato: il tè. Questa bevanda, infatti, unisce il potere depurativo dell’acqua a quello della miriade di sostanze chimiche presenti nelle sue foglioline – vitamine, minerali, tannini, catechine, flavonidi e altri antiossidanti, tanto per citarne alcune –, dal potente effetto, drenante, disintossicante ed energizzante.  Anche tu, in perfetta autonomia, dunque, puoi stilare un miniprogramma depurativo e sgonfiante con protagoniste alcune delle varietà più interessanti di tè. Ognuna da utilizzare in un momento particolare della giornata, e per due settimane, in sostituzione del caffè, come è solita fare Gwyneth Paltrow,  nota salutista che, tra l’altro, non molto tempo fa è  andata su tutte le furie quando in un locale di Los Angeles le hanno servito una tazza di tè alle erbe che sapeva invece di caffè, bevanda proibita dalla sua dieta.disintossicarsi con il tè

A colazione.

Appena sveglia, bevi una tazza di tè nero di qualità Assam, dal carattere forte, speziato e particolarmente “energizzante”, l’ideale per iniziare con sprint la giornata.  Dopo circa 10 minuti, prosegui con la tua solita colazione, caffè o cappuccino naturalmente esclusi.

Metà mattina.

Per il break, ottimo il tè verde, il più ricco in antiossidanti, utilissimo per stimolare la lipolisi, cioè lo smaltimento dei grassi e meno eccitante rispetto alle qualità nere, perché più povero in caffeina. Ormai diffusissimo, lo trovi tranquillamente anche al bar, oppure puoi prepararlo comodamente a casa e portarlo ovunque con te in un piccolo thermos.

Dopo pranzo.

Per terminare il pasto, sorseggia una tazza di Jasmine, un tè della qualità Oolong aromatizzato al gelsomino, che ha un sapore intenso e prolungato, perfetto per accompagnare i pasti. Questo tè,  grazie alla particolare combinazione dei suoi componenti (soprattutto oli essenziali), aiuta a digerire e a sgonfiare pancia e stomaco. Se non lo trovi al bar, porta da casa un altro piccolo thermos con questo tè già preparato.disintossicarsi con il tè

Spuntino.

A metà pomeriggio, puoi bere un’altra tazza del tè verde che hai portato con te, anche se l’ideale sarebbe bere un “Formosa Oolong”,  che ricorda il profumo della pesca, ha caratteristiche intermedie tra il tè nero e quello verde e che gli intenditori ritengono il migliore per il tè delle cinque.

Dopo cena.

Per concludere la giornata all’insegna della detossinazione, ottima una tazza di tè Bancha o Kukicha, composti di foglie e steli raccolti solo dopo tre anni dalla semina e particolarmente adatti per non disturbare il sonno, poichè hanno un contenuto bassissimo, praticamente impercettibile, di caffeina.

IN UN  MONDO DI TE’, SCEGLI IL TUO TE’

Tra neri, verdi, aromatizzati e altro ancora, c’è una miriade infinita di tè. Tra i più insoliti, che puoi utilizzare al posto di quelli che ti abbiamo indicato, ci sono i Pu-Erhs, ottimi digestivi e disintossicanti e dall’aroma molto singolare, simile a quello della terra umida del sottobosco. Ottimi anche i tè gialli o bianchi, che hanno un sapore molto dolce e delicato. Tutti i tè, in ogni caso, derivano dalla pianta originaria la  Camellia Sinensis. A renderli diversi sono i metodi di lavorazione che modificano, ma solo parzialmente, anche la concentrazione delle varie sostanze e relative virtù. I più conosciuti li trovi in qualsiasi negozio, gli altri in erboristeria o negozi specializzati in prodotti naturali. Altre info su:  www.teatime.it; www.teieraeclettica.it.disintossicarsi con il tè

LE REGOLE BASE PER LA PREPARAZIONE

  • Un accorgimento valido per tutti i tipi di tè: non aggiungere zucchero e limone, perchè ne mortificano il gusto. E no al latte: la caseina rallenta l’assorbimento dei polifenoli, neutralizzando così gli effetti “antivecchiaia” e disintossicanti del tè.
  • Per salvare sapore e proprietà benefiche dei tè particolari, come il verde, i gialli e i bianchi, fai bollire l’acqua come al solito, ma prima di versarla sul filtro aspetta che la temperatura scenda un po’, ossia sui  60-70 gradi.
Vedi commenti (18)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su