Stai leggendo
Le farine alternative alla frutta

Le farine alternative alla frutta

farine alternative alla frutta

Piccole panettiere crescono: durante il lockdown è impazzata la moda del pane e della pasta home made. Una sana e costruttiva scoperta (o riscoperta), da continuare perchè permette di preparare pagnotte, baguette, ciabatte, tagliatelle & C. con ingredienti a km 0 controllati in prima persona, risparmiando sul sale, con indubbi vantaggi per la salute. Oltretutto, c’è la non trascurabile  possibilità di scegliere non solo tra la classica farina  di frumento, raffinata o meglio ancora integrale, ma anche tra una miriade di farine “alternative”, spesso derivate da cereali antichi dall’interessantissimo contenuto nutrizionale.   Un vantaggio sia sotto il profilo salutistico sia di gusto, che viene stuzzicato e gratificato da sapori nuovi. Senza dimenticare l’effetto rilassante procurato da un’attività manuale inconsueta come impastare.  Scopriamo, dunque,  alcune tra le farine “non convenzionali” più interessanti, i loro punti di forza e alcune  curiosità che le caratterizzano.farine alternative alla frutta

 Le farine “fruttate”.

Forse non lo sapevi, ma anche dalla frutta secca e dalla polpa essiccata di banane o castagne si ricavano ottime farine “alternative”, tutte gluten free. Quella di mandorle si distingue per il buon contenuto di acidi grassi insaturi, amido, sali minerali, vitamine E, che mantiene giovani la pelle e le arterie, e del gruppo B. Per la presenza di un particolare enzima,  l’emulsina, favorisce la digestione dei glucidi (zuccheri). L’apporto proteico, se contestualizzato nell’ambito dei cibi di origine vegetale, è piuttosto elevato e per questo, come le castagne in frutto, è un alimento di prim’ordine nella dieta vegana. farine alternative alla fruttaLa farina di castagne, ricchissima di amidi,  è perfetta per rifornire i muscoli di energia di lunga durata. Contiene  buone quantità di ferro, fosforo, calcio e tanto potassio, un mix perfetto per rimineralizzare l’organismo, contrastare l’anemia, la stanchezza e l’osteoporosi. Grazie alle vitamina PP e alle vitamine del gruppo B è anche un buon equilibratore del sistema nervoso. Bisogna però tenere presente che contiene discreti livelli di acido fitico,  che lega nutrienti come calcio, ferro e magnesio rendendoli non biodisponibili. farine alternative alla fruttaLa farina di banane è ricavata dal frutto verde: usata tradizionalmente  in Africa,  Giamaica e America Latina,  si trova nei negozi di alimenti biologici e naturali. Come il frutto da cui deriva, è ricchissima di potassio e magnesio, minerali “antispossatezza” e  indispensabili per il corretto funzionamento dei muscoli, e di fibre dall’attività prebiotica e anticolesterolo. Di più: fornisce energia prontamente disponibile, essendo  un’ottima fonte di carboidrati a rapido assorbimento.farine alternative alla frutta

In cucina. La farina di mandorle  viene utilizzata soprattutto per biscotti, torte e dolcetti ed è impiegata moltissimo nella cucina crudista, poiché è commestibile anche cruda. La farina di castagne è la “base” di dolci come il castagnaccio, ma è perfetta anche per le  crepes e può essere usata in aggiunta ad altre farine per la produzione di una squisita pasta frolla idonea per crostate e biscotti. Anche la farina di banane è perfetta in pasticceria, soprattutto per la preparazione di deliziosi pancake.

 

Torna su