Stai leggendo
Batti lo stress in 4 mosse

Batti lo stress in 4 mosse

tecniche antistress

Coltivare la serenità e il pensiero positivo non è mai stato semplice. Ora è ancor più complicato. E’ il Covid Dark Effect:  dall’inizio della pandemia, 9 italiani su 10 si sentono  tesi, nervosi o irritabili  e ben il 44% di loro lo è quasi costantemente (fonte Nomisma). tecniche antistressTi senti parte di questo nutrito gruppo di persone sull’”orlo di una crisi di nervi”? Niente panico. Per gestire lo stress e il suo corteo di sintomi, dai problemi digestivi ai cambiamenti della libido passando per l’insonnia, a volte bastano semplici strategie, come gli esercizi di respirazione diaframmatica – 5 secondi inspiro, 1 trattengo e 5 espiro -, e l’esposizione alla luce naturale diretta per almeno venti minuti al giorno, che resetta e riequilibra l’orologio circadiano. Ma per recuperare l’approccio positivo, scacciando il senso di stanchezza e lo scoramento, nel tuo wellness planning puoi aggiungere altre soluzioni di facile fruibilità. Eccone una selezione.tecniche antistress

Avena, semi oleosi, curcuma: i superfood anti-tensioni. Inserire nella dieta qualche superfood è sempre una buona idea. Anche in funzione antistress. L’avena, che è tra i cereali più energetici (390 kcal/100 g), e i semi oleosi e la frutta a guscio (di girasole, di zucca, di lino, ma anche noci di pecan e  mandorle) sono uno scrigno di magnesio, che regola gli impulsi nervosi e oltre 600 reazioni enzimatiche vitali. Contengono anche molto triptofano, l’aminoacido che stimola la biosintesi di serotonina. tecniche antistressL’ideale è mangiare una porzione (40-50 g) di semi oleosi a metà mattino o metà pomeriggio e 1-2 porzioni settimanali d’avena, in chicchi o fiocchi utilizzabili per la preparazione di minestre, omelette e frittelle. Altrettanto interessante è la curcuma, che è un potente antinfiammatorio e antiossidante anche a livello cerebrale e in funzione antiansia. Gli abbinamenti migliori:  con pasta e riso integrali, formaggi freschi, zuppe di legumi e verdure (massimo un cucchiaino al dì per periodi limitati -10/15 giorni -).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tlon (@tlon.it)

Prendila con filosofia. Letteralmente: impara a gestire meglio le tue risorse traendo spunto dagli insegnamenti dei grandi pensatori classici. Lo suggeriscono due filosofi e scrittori,  Maura Gancitano e Andrea Colamedici, ideatori del progetto Tlon (tlon.it) e autori di diversi saggi, tra cui: “Prendila con filosofia.  Manuale di fioritura personale” (HarperCollins, € 18).   Tra i tanti esercizi che aiutano a disinnescare ansie e paure, ci sono i giochi filosofici (ne trovi diversi nel manuale citato e  sui social di Tlon, all’hashtag #prendiamolaconfilosofia). Un esempio? Prendi tra le mani  un oggetto che hai in casa e fingi di non averlo mai visto, chiedendoti mentalmente: “Cosa potrebbe essere?”. Elenca una serie di utilizzi improbabili e divertenti: così stai facendo un esercizio di fenomenologia husserliana. Praticamente un cambio di prospettiva che aiuta ad alleggerire i pensieri.

Prosegui il cammino (lento e open air). Lo sappiamo tutti: l’attività fisica moderata gioca un ruolo decisivo nel sedare lo stress, grazie tra l’altro ad una miglior ossigenazione cellulare ed al rilascio di endorfine euforizzanti, che infondono una sensazione di benessere. Ma per potenziare i benefici, l’ideale è praticarla open air e in ambienti green. Perché la forestbathing, pure riadattata ai parchi di città, grazie anche all’azione dei terpeni, prodotti dagli alberi, riduce la produzione del cortisolo e rappresenta una delle migliori terapie contro la stanchezza e gli altri sintomi correlati alle tensioni prolungate. Secondo una ricerca inglese dell’Università di Exter, il benessere infuso dal mix movimento e natura si ottiene anche con sole due ore a settimana (in un unico momento o in più occasioni) di una camminata a passo spedito.tecniche antistress  E se l’ambiente in cui si svolge la tua sessione è una spiaggia, un lago o include anche un semplice canale, fiume, naviglio di città, come scoperto dagli scienziati agli inizi dell’anno 2000 si aggiunge il quid del Blue gym effect, un potenziamento dei benefici indotto anche dalla semplice vicinanza all’acqua. Alla camminata puoi aggiungere qualche esercizio di stretching e di tonificazione per la parte alta del corpo, come dei piegamenti sulle braccia e, se possibile, delle trazioni orizzontali, afferrando con le mani il tronco di un piccolo albero e puntando i piedi sulla base dello stesso.tecniche antistress

Coltiva le 3 A: Autostima, Autoironia, Amore per te stessa. Sono “l’alfa” in funzione antistress. L’autostima si fonda sulla  percezione di avere le risorse sufficienti per superare i problemi e quindi è fondamentale per reggere meglio lo stress. Lo stesso dicasi per l’autoironia, che permette di relativizzare, di non prendersi troppo sul serio anche nei momenti di difficoltà. Come d’altro canto l’amore per se stessi, che aiuta a non giudicarsi troppo severamente e a volersi bene anche quando commettiamo degli errori. Per facilitare questi stato d’animo, è utile praticare la meditazione, che migliora anche le abilità cognitive, riduce l’ansia e i sintomi depressivi.

Disclaimer  

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il  parere medico. E’ sempre bene affidarsi ai   consigli del proprio medico curante o di uno specialista.

Torna su