Stai leggendo
SOS beauty in vacanza

SOS beauty in vacanza

rimedi beauty emergenza in vacanza

I capelli sfibrati, secchi e con il ciuffo da regolare. L’unghia che si spezza, rovinando l’armonia d’insieme. Il sudore che esaspera l’effetto lucido del make up serale. Il brufoletto che, impertinente, fa capolino sulla pelle liscia e abbronzata: anche in vacanza gli imprevisti beauty sono sempre in agguato.  Ma, della serie a tutto c’è rimedio, bastano semplici gesti e un kit di prodotti beauty-basic per fronteggiare abilmente qualsiasi défaillance ed esibire un look impeccabile e glamour da mattino a sera.

  1. Capelli secchi da disciplinare. Tutte le sere applica una maschera idratante e nutriente e tienila in posa almeno 10 minuti con la testa avvolta in un asciugamano caldo, per fare penetrare meglio i principi attivi. Per lo shampoo  (meglio un solo lavaggio con il prodotto, non due) utilizza esclusivamente le formule solari, ultradelicate e restitutive, e durante l’uso miscelale a qualche goccia di olio di argan, che è nutriente e idratante. Dopo ogni shampoo, indispensabile il balsamo solare, anche sulla teste corte. Infine, prima di coricarti, massaggia una lozione idratante, per esempio a base di acido ialuronico, urea, acido beta-glicirretico.
  2. Ricrescita colore e sbiadimento. Per camuffare la ricrescita, la soluzione più pratica sono i mascara per capelli (l’applicazione va rinnovata dopo ogni shampoo) o un prodotto più long lasting, come le colorazioni specifiche per la ricrescita. Il problema è l’effetto délavé della tinta, anche da cloro della piscina? Ricorri a un prodotto booster, come i Gloss Infusion, con speciali pigmenti che nutrono ed esaltano la lucentezza dei capelli: preferisci le nuances cioccolato e malva se sei scura; castagna, mandorla, pesca o albicocca se sei castana; caramello, miele o girasole se sei bionda; cuor di zucchero, lavanda o vaniglia se hai chiome biondo chiarissimo. Si applicano subito dopo lo shampoo con 5 minuti di posa e durano  2/3 lavaggi. Poi, per evitare che il colore viri ancor di più, oltre ad usare un protettivo per i capelli con filtro UV, capellini o foulard, prima di tuffarti in piscina usa questo stratagemma che crea una sorta di guaina invisibile: bagna i capelli con acqua dolce, elimina l’eccesso d’acqua strizzandoli, applica un balsamo solare (lo stesso che usi la sera) e raccogli i capelli in uno chignon. Infine, indossa una cuffietta.rimedi beauty emergenza in vacanza
  3.  Ciuffo o frangia troppo lunga: come tagliarla da sola. Per regolare un ciuffo laterale lungo: pettina i capelli in avanti, suddividi  la sezione destra e quella sinistra sempre in avanti (perpendicolari alla fronte) e forma una linea di taglio in verticale.   Usa la ciocca “guida”  per spuntare di qualche millimetro i capelli all’altezza desiderata. Se hai una frangia larga, medio-lunga e piuttosto piena:  pettina i capelli in avanti e spunta di qualche millimetro  una piccola parte al centro, poi pettina i capelli verso l’alto e tagliali seguendo una leggera inclinazione verso il punto centrale, che deve risultare il più corto.
  4.  Uno styling super-glamour. Per acconciature serali di sicuro effetto puoi provare il top knot messy. Raccogli i ciuffi frontali e laterali con delle trecce e forma una coda con il resto dei capelli, posizionandola nel punto che meglio valorizza il tuo viso (laterale o centrale), e poi fissala in uno chignon a nodo.  Altrettanto glamour è il double bun in twist: raccogli i capelli in due code alte, poi dividi ogni coda in due, quindi  attorciglia su se stesse le singole ciocche (il twist) e bloccale con delle mollette grandi: otterrai due chignon ad effetto manga divertenti e stilosi.rimedi beauty emergenza in vacanza
  5.  Segno del costume da abbronzatura. La soluzione più long lasting è applicare un autoabbronzante, mentre per l’emergenza di una serata puoi ricorrere al make up eseguito ad arte, con terra o fondotinta effetto camouflage stesi con perizia nelle parti segnate, magari aiutandoti  con la punta finale di una spugnetta in lattice.
  6.  Scottatura/pelle arrossata. Non dovrebbe mai succedere, ma una disattenzione sotto il sole è sempre possibile. Meglio applicare una pomata specifica e consigliata dal medico   se hai una vera e propria scottatura, oppure su un gel d’aloe puro se la pelle è solo arrossata. Sempre per le lievi scottature, puoi ricorrere a un impacco lenitivo e decongestionante fai-da-te: in una ciotola stempera due pugni di amido di riso con qualche cucchiaio d’acqua calda; lascia intiepidire, immergi una garza e appoggiala delicatamente sulla pelle irritata.
  7.  Pelle del corpo che “tira” nonostante le dosi abbondanti di doposole. Se la pelle è particolarmente disidratata, prima di applicare l’aftersun  massaggia su tutto il corpo un velo di olio vegetale, per esempio d’avocado o di jojoba.  Ma, se dopo la giornata al mare esci che c’è ancora il sole, preferisci l’olio d’oliva oppure quello di crusca di riso, che oltre a idratare e nutrire in profondità hanno anche un fattore protettivo naturale. Se, invece, la tua pelle tende a “smagliarsi” applica dell’olio di mandorle dolci, che spicca per le proprietà lubrificanti ed elasticizzanti. Prima di andare a dormire, invece, massaggia su tutto il corpo una crema o un balsamo al burro di karitè, che è uno straordinario idratante, nutriente e ricompattante della pelle.rimedi beauty emergenza in vacanza
  8.  Brufolo improvviso. Per cercare di seccare il “malefico” brufoletto,  la sera applica le apposite lozioni o cerottini con acido salicilico, tea tree oil, tiolisina o rosmarino, oppure fai delle toccature con un cotton fioc imbibito di tintura madre di calendula, che è cicatrizzante e antisettica. In alternativa, per ridurre l’infiammazione e la dimensione del brufolo, applica un impasto, da tenere tutta la notte, preparato con un cucchiaino di argilla verde ventilata e una goccia di olio essenziale di melaleuca. Per camuffare il foruncolo con il make up: applica un correttore verde, sfumalo con un pennellino, quindi stendi un velo di cipria (solo sul brufolo), lascia asciugare e, infine, uniforma con una terra stesa su tutto il viso.
  9.  Follicolite post depilazione. Secondo l’entità, occorre  una crema antinfiammatoria o una pomata antibiotica consigliata dal medico. Per le successive depilazioni, abbandona i metodi a strappo e preferisci il rasoio. Per  evitare che il problema si ripresenti, prima e dopo l’epilazione passa una soluzione disinfettante a base di  clorexidina. Subito dopo lo strappo, per accelerare la ricostruzione del film idrolipidico, sulla pelle risciacquata applica creme lenitive o un impacco di acqua termale.
  10. Pelle del viso  molto secca. Occorre un plus d’idratazione. Al mattino, prima di stendere il solare, applica un siero all’acido ialuronico, oppure al gel d’aloe. Se hai tempo, prima ancora lascia in posa una maschera super-idratante, avendo cura di asportare perfettamente qualsiasi residuo, per evitare fotosensibilizzazioni. La sera, prima del doposole, stendi un velo leggerissimo di crema a base di poliidrossiacidi, come acido lattobionico e il gluconolattone, che oltre ad idratare a fondo e ad aumentare il tono della pelle, contrastano l’ispessimento causato dal sole – che oltretutto accentua la disidratazione -.rimedi beauty emergenza in vacanza
  11.  Gambe o altre zone del corpo meno abbronzate di altre. Sulle zone meno “colorate” applica un solare con un acceleratore dell’abbronzatura e, la sera, un  doposole con tirosina, un aminoacido che incentiva la produzione di melanina e fissa l’abbronzatura già conquistata. Altra soluzione: i cosmetici con attivi autoabbronzanti (eritrulosio o DHA diidrossiacetone), che mentre nutrono e idratano la pelle intensificano e rendono più luminoso il colore. Per le serate mondane, puoi ricorrere anche alla  tecnica del contouring, oggi resa più semplice dai kit specifici per il corpo (e le gambe) già pronti per l’uso.
  12.  Il sudore che accentua l’effetto lucido del make up. Durante il giorno scegli una  crema solare effetto blur e dei fondotinta solari compatti, che hanno un’ottima finitura opaca. La sera  preferisci  le creme base e i make up effetto mat e a lunga tenuta e prima di applicare il fondotinta o meglio ancora la terra, stendi un primer opacizzante – ma non usarlo tutte le sere, perché può favorire i comedoni -. In alternativa al primer, come primo gesto stendi un  velo di cipria trasparente in polvere, che opacizza e rende più semplice la stesura della terra.rimedi beauty emergenza in vacanza
  13.  Unghia spezzata. Hai due alternative: o regoli anche le altre unghie, oppure  puoi applicare le tips – unghie finte -. Assicurati, però,  di non soffrire di micosi o di altri problemi, che potrebbero peggiorare per effetto dell’occlusione e tienile massimo per uno-due giorni di seguito: le colle possono danneggiare l’unghia.
  14. Camuffare l’herpes labiale con il make up si può? In fase acuta, meglio evitare di applicare matite e rossetti direttamente sulla lesione, perché potresti favorire un’infezione batterica.  Se proprio non vuoi farne a meno e hai solo i primi sintomi dell’herpes, al posto della crema antivirale specifica puoi applicare gli appositi cerottini invisibili a base di idrocolloide, che limitano la diffusione dell’herpes e accelerano la guarigione. Sopra i cerottini, infatti, puoi applicare matita e rossetto o gloss,  facendo però attenzione a non debordare con il make up.
Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su