Stai leggendo
Le unghie ti dicono come stai (e quali cure cosmetiche fare)

Le unghie ti dicono come stai (e quali cure cosmetiche fare)

Le unghie possono essere una possibile “spia” di disturbi o di carenze alimentari, tanto da venir attentamente osservati dai medici di medicine naturali,  come la cinese, l’ayurvedica e l’omeopatica, per affinare la diagnosi. Ma anche la medicina occidentale tiene conto delle eventuali anomalie che le riguardano per completare il quadro clinico, come succede nella psoriasi, che spesso ne compromette vistosamente l’aspetto. Sei pronta a scoprire cosa possono rivelare le tue  unghie e come, in difetto, restituire loro forza, elasticità e resistenza?

Unghie fragili e con striature verticali e orizzontali: carenze di vitamine del gruppo B o onicomicosi.

Se non dipende dalla tiroide, anche le unghie fragili e con striature sulla superficie possono essere il sintomo di un’alimentazione carente di alcuni nutrienti e in particolare di vitamine del gruppo B, indispensabili tra l’altro per la formazione della cheratina. Occhio dunque alla dieta: oltre al lievito di birra sono fonti privilegiate di vitamine del gruppo B i cereali integrali, la carne di maiale, il fegato, il pesce e i vegetali come arachidi, piselli, fagioli, cereali, patate, funghi, spinaci e altre verdure a foglia verde. Bene anche i cibi ricchi di calcio (latticini, pesce azzurro e crostacei, cipolla e lattuga) e con buone percentuali di glicina e cisteina (aminoacidi) e di  vitamina A e betacarotene, che trovi in uova,  radicchi, carote, zucca, pomodori.  D’aiuto anche gli integratori alimentari specifici per unghie e capelli  (dosi sulle confezioni, cicli di 2-3 mesi). cure cosmetiche unghie

Per la beauty-routine: elimina lo smalto con prodotti delicati e fai un’operazione detox evitando lo smalto, soprattutto se usi i gel semipermanenti, per 2-3 giorni la settimana, così da  permettere una corretta ossigenazione e un migliore nutrimento sia della matrice sia della lamina. Ricorda che anche l’acqua e i detergenti, oggi più che mai utilizzati come prevenzione dal Sar-Cov2,   impoverendo il film idrolipidico mettono a repentaglio anche la cheratina delle unghie, rendendole più molli e fragili. Dopo ogni bagno o doccia, dunque, aspetta un paio d’ore prima di stendere lo smalto e dopo ogni lavaggio massaggia non solo le mani ma anche le unghie con una crema nutriente ricca di fosfolipidi e ceramidi, oppure con urea e oli vegetali.

Consigli specifici per la manicure: lima le unghie con una gritt (grado di abrasività) di 180, quindi molto  sottile,   anziché tagliarle, perché l’uso delle forbicine o del tronchese  favorisce lo sfaldamento. Subito dopo applica dei prodotti ristrutturanti e rinforzanti, per esempio a base di proteine vegetali ed estratti dell’albero di Okume, che rallentano le  rotture del tessuto cheratinico. Attenzione se oltre ad essere particolarmente fragili, le unghie sono ricoperte da piccole chiazze bianche asimmetriche o se uno dei due margini della lamina ungheale è sollevato: in questo caso è facile che tu soffra di onicomicosi, un’infezione da funghi che si cura con appositi antimicotici, anche in versione smalto curativo.cure cosmetiche unghie

Unghie ingiallite e ispessite? Se non è colpa della manicure lo è dell’aging.

Con il passare degli anni all’unghia può capitare quello che succede applicando smalti scuri senza un’adeguata base: tende a virare verso il giallo, perdendo il naturale colore rosato che è un indicatore di  un’intensa e corretta vascolarizzazione del letto ungueale. Non solo: con l’aging la cheratina tende a ispessirsi,  formando irregolarità. Per mantenere o riconquistare unghie rosate, lucide e brillanti, eliminando anche lievi  ispessimenti,  2-3 volte la settimana massaggia sulla superficie uno scrub delicato, anche lo stesso che usi sul viso,  seguito dall’applicazione di una crema in strato spesso, da mantenere tutta la notte come una maschera e  con la protezione di guantini di cotone.

Funzionano, ad esempio, le formule  a base di vitamina C o di altri ingredienti schiarenti, come gli alfaidrossicadi (puoi usare anche piccole dosi di una maschera viso). Nelle sere che non segui la beauty routine esfoliante/schiarente, massaggia un olio specifico per unghie o uno vegetale nutriente, idratante e antietà,  per esempio di lino, avocado o girasole. Altre contromosse antiage: bevi abbondante acqua minerale (circa 1,5-2  litri al giorno), così da assicurare la giusta idratazione e un buon apporto di oligoelementi indispensabili anche per le unghie e aggiungi dei juice che forniscono molta biotina, come quello preparato frullando, insieme a 150 ml di acqua, una banana matura con una mela  e 5 noci.cure cosmetiche unghie

Se le pellicole cutanee ai bordi delle unghie si sollevano forse hai carenze di acido folico o di vitamina C.

Le “pipite”, le pellicole di pelle ai bordi delle unghie che ci sollevano, e le pellicine che si fessurano possono segnalare la carenza di due vitamine fondamentali: le vitamine C e B9, quest’ultima più conosciuta come acido folico  che, tra l’altro, è basilare per la sintesi degli aminoacidi, indispensabili anche per la salute della pelle e delle unghie.  Per non farti mancare la dose raccomandata (400 microgrammi al giorno) di vitamina B9 basta un pezzetto di lievito secco al dì, mentre per coprire  i 70/90 mg di vitamina C necessari sono sufficienti, ad esempio,  100 g di peperoni  o 200 g di cavoli oppure 2 kiwi o 2 arance.cure cosmetiche unghie

Anche la corretta manicure delle cuticole prevede come primo step l’efoliazione: va bene  un prodotto agli AHA, per esempio della mela. Poi, con un bastoncino di legno  usa e getta  spingile indietro:  lascia il taglio solo ai professionisti, perché potresti procurarti delle abrasioni e indurle a ricrescere ancor più ostinate di prima.  Per prevenire la tendenza a sfaldarsi, almeno 2-3 volte la settimana, la sera massaggiale con una crema specifica, ad esempio con vitamine A, C, E ed F e burri vegetali, oppure un olio di rosa mosqueta o di calendula, che idratano e sono ottimi cicatrizzanti naturali.

Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna su