Stai leggendo
Cosmetici Vegani: è boom

Cosmetici Vegani: è boom

cosmetici vegan

Non si limitano più solo a produrre creme, ombretti e rossetti biologici, eco-friendly e cruelty-free: diverse case cosmetiche, sia per assecondare il sentimento animalista sempre più diffuso sia, in alcuni casi, per una maggior sicurezza del prodotto (e minor costo a parità o qualità superiore), scelgono di sostituire i principi attivi derivati dagli animali con analoghi estratti dai vegetali. Senza contare che si sta diffondendo sul mercato anche l’offerta di cosmetici vegani, che dichiarano di non contenere nulla che derivi dagli animali o dal loro sfruttamento e riconoscibili per le certificazioni, come Yes Vegan, Vegan Ok” o “Vegan,” che di solito si affiancano a Icea e Lav. Ecco, dunque, alcuni tra i principi attivi e altre sostanze vegetali che sostituiscono egregiamente quelle animali e come individuarle  a “colpo d’INCI”, ovvero leggendo l’etichetta.cosmetici vegan

COLLAGENE VEGETALE DERIVATO DALLE ALGHE.

Denominazione INCI: Hydrolyzed Ulva lactuca extract il collagene estratto dall’alga aosina.

(Denominazione INCI del collagene animale: Hydrolyzed Collagen).

Tra i più interessanti sostituti del collagene  derivato dalla pelle degli animali,  che è da tempo caduto un po’ in disuso anche per le note vicende di mucca pazza,  ci sono gli estratti dall’alga marina Aosa (Ulva), che,  avendo una composizione simile a quella dell’elastina della pelle, stimola il collagene naturale, agendo da tonificante e antirughe. Azione analoga anche per il plancton marino, incluso nelle formule cosmetiche per la componente proteica ed altri elementi organici, che hanno un’azione idratante e restituiva, ma che non si può definire totalmente “green”, poiché il plancton è un insieme di organismi vegetali e animali.

In quali cosmetici lo trovi. Soprattutto nei sieri antietà e nelle creme antirughe.

EFFETTO ACIDO IALURONICO CON LA BETAINA.

Denominazione INCI: Betaine.

(Denominazione INCI dell’acido ialuronico derivato  animale: Hyaluronic acid).

La betaina viene estratta dalla barbabietola da zucchero e ha efetti analoghi a quelli all’acido ialuronico, poiché è un ottimo idratante e umettante. È ben tollerata anche dalle pelli più sensibili, perché ha un ottimo profilo tossicologico, tanto da essere utilizzata anche come integratore alimentare antiage.

In quali cosmetici la trovi. La betaina si trova nelle formule di diversi  prodotti, che spaziano dai detergenti per corpo e capelli, ai cosmetici  per lo skincare (creme viso, lozioni, gel, solari, deodoranti).

cosmetici vegan

SQUALANE DAGLI OLI VEGETALI AL POSTO DELLO SQUALENE ANIMALE.

Denominazione INCI: Squalane.

(Denominazione INCI dello squalene  derivato  animale: Squalene).

Lo squalene è uno dei più importanti costituenti del sebo e della funzione barriera della pelle, poiché ne mantiene idratato lo strato più superficiale, rallentando l’evaporazione dell’acqua e proteggendola dalle aggressioni esterne.  Nei cosmetici, lo squalene è egregiamente sostituito dallo squalano, il corrispettivo vegetale  che abbonda negli oli vegetali, soprattutto d’oliva e d’arachidi, nella crusca di riso, nei semi di amaranto e nel germe di grano.

In quali cosmetici lo trovi. Per le sue preziose attività emollienti, idratanti e nutrienti, lo squalano entra spesso nelle formulazioni di creme antirughe e per pelli secche o molto disidratate.

CERA DI JOJOBA VS LANOLINA.

Denominazione INCI: Simmondsia Chinensis Oil.

(Denominazione INCI della lanolina: Lanolin).

L’olio di jojoba è in realtà una cera liquida, che ha proprietà assimilabili alla  lanolina derivata dal vello di pecora. È un olio non comedogenico, quindi adatto anche per la pelle grassa e tendenzialmente acneica, e altamente  assorbibile e seboaffine, cioè simile per composizione al sebo della cute. E’ anche un ottimo emolliente, idratante e antiage, grazie alla presenza di diversi antiossidanti, come i tocoferoli.

In quali cosmetici lo trovi. L’olio di jojoba viene ampiamente utilizzato: è spesso inserito nelle formule delle creme viso e corpo, ma anche nei prodotti per capelli e pure nei make-up.

cosmetici vegan

CHITOSANO DERIVATO DAI FUNGHI ANZICHE’ DAL GUSCIO DEI CROSTACEI.

Denominazione INCI: Hydroxypropyl Chitosan o Carbossi-Metil-Chitosan.

Denominazione INCI del chitosano animale: le stesse di quello vegetale. La precisazione se si tratta di derivato animale o vegetale viene specificata in etichetta dal produttore stesso.

Il chitosano è una molecola idratante biocompatibile che, creando una pellicola filmogena sulla pelle, agisce da idratante e protettivo e ha un effetto liftante istantaneo. Di solito viene estratto dal guscio dei granchi, ma esiste anche la versione vegetale, perché questa sostanza è presente pure nei funghi.

In quali cosmetici lo trovi. Nelle creme idratanti e soprattutto in quelle a effetto lifting. Inoltre, poiché forma una guaina anche sul fusto, può essere incluso nei prodotti condizionanti e nei fluidi per capelli, come protettivo o riparatore, in sostituzione dei siliconi.

OLIO DI GERME DI GRANO AL POSTO DELLA SERICINA ESTRATTA DALLA SETA.

Denominazione INCI: Triticum Vulgare oppure Hydrolyzed wheat protein.

(Denominazione INCI della sericina: Sericin).

L’olio di germe di grano, grazie alla proteina del glutine ma anche agli altri suoi componenti, in particolare all’acido linoleico, oleico e ai fosfolipidi,  è una  buona alternativa alla sericina,  la proteina derivata dal baco della seta  utilizzata in cosmetica per il suo effetto liftante istantaneo, idratante e protettivo. Oltretutto, rispetto alla sericina, l’olio di germe di grano ha qualche marcia in più, essendo anche emolliente e antietà.

In quali cosmetici lo trovi. Nelle creme per pelli secche, mature, rilassate e sensibili, ma anche nei solari, perché previene e attenua le infiammazioni causate dagli UV.  Entra spesso a far parte anche nelle formule degli shampoo e delle maschere per capelli.

cosmetici vegan

LA CERA CANDELILLA AL POSTO DELLA CERA D’API.

Denominazione INCI: Candelilla Cera.

(Denominazione INCI della cera d’api: Cera Alba).

La Candelilla è una cera estratta dalle foglie e dai rami dell’Euphorbia cerifera, una pianta del Messico e del sud degli Stati Uniti. Rispetto all’analoga cera d’api,  ha l’handicap di essere più densa e pertanto non è diffusamente impiegata nella preparazione delle creme viso o corpo.

In quali cosmetici la trovi. È utilizzata soprattutto per dare consistenza ai prodotti per make up, in particolare a matite e rossetti, e nelle cerette depilatorie.

IL MANNITOLO ANZICHE’ IL MIELE.

Denominazione INCI: Mannitol.

(Denominazione INCI del miele: Mel).

Il mannitolo è uno zucchero che può essere estratto principalmente dalla manna, ma anche da funghi, alghe, gelsomini e olive. È un buon idratante, adatto anche alle pelli molto secche, e per questo è assimilabile al miele, anche se quest’ultimo è più completo, essendo pure nutriente, rimineralizzante e antiage.

In quali cosmetici lo trovi. Il mannitolo può essere incluso  in creme idratanti viso e corpo, in creme elasticizzanti e antismagliature e nei solari.

Torna su